News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
02/04/2024 00.00 - Mondo Utilities
Dolomiti Energia Holding SpA approvazione proposta di Bilancio 2023: un anno da record

Risultati straordinari, che confermano la solida leadership del Gruppo nel panorama energetico nazionale. Ottimi l’EBITDA consolidato a 392,6 milioni di euro, in forte aumento rispetto all'anno precedente e un utile netto pari a 169,8 milioni di euro: il migliore mai raggiunto dal Gruppo. La posizione finanziaria netta, come previsto dalla Società, torna ai livelli pre-crisi energetica, raggiungendo i 267,6 milioni di euro, in netta riduzione rispetto ai 642,8 mln di fine 2022. Ampliata la capacità produttiva attraverso l'acquisito di partecipazioni in società. Investimenti record per 140,8 milioni di euro. Centrati gli obiettivi di piano previsti per il 2023.
Rovereto, 29 marzo 2024 – Il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Silvia Arlanch, ha approvato oggi gli ottimi risultati relativi al 2023, che consentono di guardare con positività agli ambiziosi obiettivi economici, industriali e di sostenibilità futuri, previsti dal Piano industriale 2023-2027. Nel 2023, il margine operativo lordo (EBITDA) è cresciuto a 392,6 milioni di euro. Al risultato hanno contribuito la ripresa dell’idroelettrico e l’apporto positivo delle attività commerciali oltre alla cessazione al 30 giugno del prelievo legato al caro energia (PRICE CAP). La posizione finanziaria netta di Gruppo è pari a 267,6 milioni di euro in significativo recupero rispetto al dato del 2022 (642,8 milioni di euro). Tale risultato è dovuto alla riduzione del capitale circolante in conseguenza della normalizzazione dell’andamento dei prezzi e al miglioramento dell’andamento dei diversi business che ha portato all’incremento dell’EBITDA del +50%. Va segnalato il trend estremamente positivo dell’attività commerciale che, pur in una situazione di forte concorrenza accentuata dalla fine del mercato di maggior Tutela dell’energia, ha registrato anche quest’anno un aumento dei clienti serviti, saliti a oltre 733.000 punti di fornitura, con un incremento netto dei punti di fornitura sul mercato libero pari a 33.000. La produzione idroelettrica cresce rispetto all’anno scorso in cui si sono registrati dati di produzione ai minimi storici, grazie alle abbondanti piogge negli ultimi mesi dell’anno che hanno compensato la scarsa idraulicità del primo quadrimestre e l’energia prodotta ha beneficiato della buona valorizzazione sui mercati energetici all’ingrosso. I risultati migliorano anche grazie alla fine - dopo il 1° luglio - dei provvedimenti normativi straordinari legati al caro energia (PRICE CAP) i cui effetti avevano pesantemente penalizzato nel 2022 i risultati di Gruppo e al significativo miglioramento dei risultati dell’area mercato, anch’essa penalizzata fino al primo trimestre 2023 dagli shock di mercato e dagli effetti dei provvedimenti emergenziali che si sono succeduti. I mercati energetici sono stati caratterizzati da una elevata volatilità con un livello medio dei prezzi che ha subito una significativa riduzione rispetto al 2022, con un impatto importante sul totale dei ricavi che sono scesi, principalmente a seguito della diminuzione dei prezzi di vendita di energia elettrica e gas ai clienti finali. I risultati positivi del 2023 e una strategia finanziaria rigorosa adottata dal Gruppo hanno portato ad una forte riduzione della posizione finanziaria netta consentendo di ottimizzare gli indici di solidità patrimoniale. Gli investimenti nel 2023 ammontano a oltre 140 milioni, concentrati principalmente nel potenziamento delle reti di distribuzione elettrica, gas e acqua, nella digitalizzazione e nei sistemi informativi per potenziare e migliorare la capacità operativa del Gruppo e i servizi alla clientela. Il Gruppo ha spinto anche sugli investimenti in fonti di energia rinnovabili concretizzando l’acquisizione, in joint venture, di due parchi eolici in Puglia, un’operazione che coniuga gli obiettivi generali di decarbonizzazione e quelli di Gruppo di diversificazione della produzione rinnovabile, in linea con quanto previsto nel Piano industriale che guiderà la trasformazione del Gruppo nei prossimi 5 anni. Per supportare la crescita delle attività, il Gruppo deve investire nelle persone: nel corso del 2023 il Gruppo ha visto un incremento di 120 nuovi collaboratori (al netto delle uscite e tenendo anche conto dell’aumento di perimetro legato all’avvio delle attività di raccolta rifiuti nelle Comunità della Vallagarina e degli Altipiani Cimbri) con un impatto importante in termini di occupazione sul territorio.
 Bilancio consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2023: principali dati economico-finanziari (milioni di euro)2023 2022 variazione
Totale ricavi e proventi 2.341 3.354 -43,27
Margine operativo lordo (EbitDa) 392,6 196,5 +49,95%
Risultato operativo (Ebit) 325,3 118,5 +63,57%
Risultato di esercizio   169,8    8,7 +161,1
Indebitamento finanziario netto 267,6 642,8 -140,21%
 Questi, in sintesi, i principali dati di bilancio consolidato 2023. Il perimetro di consolidamento del Gruppo include, oltre alla Capogruppo Dolomiti Energia Holding, le controllate Dolomiti Energia Solutions Srl, Novareti SpA, Dolomiti Ambiente Srl, Dolomiti Energia Trading SpA, Dolomiti Energia SpA, SET Distribuzione SpA, Hydro Dolomiti Energia Srl, Dolomiti GNL sr Srl, Dolomiti Energia Hydro Power Srl, Dolomiti Energia Wind Power Srl, Gasdotti Alpini Srl, Dolomiti Transition Assets Srl e Dolomiti Edison Energy Srl, oltre alle società partecipate che vengono contabilizzate nel bilancio con il criterio del patrimonio netto in coerenza con quanto previsto dai principi contabili.
“Soddisfazione e orgoglio di fronte a questi risultati, non c’è dubbio! Ma soprattutto tanta soddisfazione per aver creduto nell’approvazione di un Piano Industriale ambizioso che ha innescato una forte spinta di crescita all’interno del Gruppo. Basta vedere il livello degli investimenti del 2023. Sono sicura che tutto questo porterà al Gruppo in futuro risultati ancora migliori”, così la Presidente Silvia Arlanch a commento dei risultati ottenuti.
“Dal mese prossimo l’ing. Stefano Granella diventerà il nuovo Direttore Generale del Gruppo. Attualmente in a2a e con un passato in Enel e ERG oltre che in altre società del comparto energetico, con la sua vasta esperienza e competenza nel settore porterà una visione innovativa e una brillante leadership. Certo che le sue capacità e il suo talento contribuiranno in modo significativo al percorso di crescita del Gruppo, sono onorato di dargli il benvenuto!”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato Marco Merler.