News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
17/04/2024 00.00 - Mondo Utilities
Savno, con la quarta edizione di Piave-net quasi due tonnellate di rifiuti rimossi dal fiume Piave

Il totale dei rifiuti rimossi dal fiume Piave dai circa mille volontari ammonta a 1.760 kg, con una media di 160 kg di spazzatura raccolti in ciascun Comune.

Conegliano, 17 aprile 2024
Ammonta a 1.760 kg il totale dei rifiuti raccolti dai circa mille partecipanti alla quarta edizione di Piave-Net, iniziativa di pulizia straordinaria del fiume Piave promossa da Savno e Consiglio di Bacino la scorsa domenica 7 aprile.
Un risultato considerevole, che si traduce in media in 160 kg di spazzatura raccolti in ciascun Comune rivierasco degli 11 partecipanti: Salgareda, Ponte di Piave, Ormelle Cimadolmo, Mareno di Piave, Santa Lucia di Piave, Sernaglia della Battaglia, Moriago della Battaglia, Vidor, Valdobbiadene e Segusino.
“Nonostante l'annullamento di alcune tappe a causa delle piogge delle ultime settimane, che hanno reso impraticabili alcune zone, il risultato è stato comunque notevole - sottolineano il presidente di Savno, Giacomo De Luca, e il presidente del Consiglio di Bacino Sinistra Piave, Roberto Campagna – Il merito è dei cittadini, dai più giovani ai più anziani, dalle scuole alle associazioni, che anche quest’anno hanno risposto con grande partecipazione e senso civico, dimostrando un grande affiatamento”.
A differenza delle edizioni precedenti, a parte una grondaia di una decina metri rinvenuta nei pressi del tratto che bagna Moriago della Battaglia, non sono stati rinvenuti ritrovamenti particolarmente singolari. “La gran parte dei rifiuti raccolti ha riguardato bottiglie, mozziconi di sigaretta e in generale resti di picnic”, fanno sapere De Luca e Campagna.
Piave-Net si è confermata, ancora una volta, un esempio virtuoso di collaborazione tra enti pubblici, associazioni e cittadini.  “L'iniziativa non riguarda solamente la pulizia del fiume, ma ha il merito di sensibilizzare i cittadini sull'importanza della tutela dell'ambiente, promuovendo una sempre maggiore coscienza. L'auspicio è che possa continuare a crescere in futuro, coinvolgendo sempre più persone e Comuni aderenti”, chiudono i presidenti di Savno e Consiglio di Bacino.